Le società di persone e le società di capitali rappresentano le due principali categorie in cui si suddividono le forme societarie nel diritto italiano, ciascuna con caratteristiche e regimi giuridici distinti, che incidono sulle scelte degli imprenditori al momento della costituzione di un’impresa.

Le società di persone si fondano principalmente sulla fiducia reciproca tra i soci, i quali partecipano direttamente all’amministrazione dell’azienda e rispondono in modo illimitato per le obbligazioni sociali. Questo significa che, in caso di debiti, il patrimonio personale dei soci può essere attaccato per soddisfare i creditori. Le forme più comuni di società di persone includono la società semplice (S.s.), la società in nome collettivo (S.n.c.) e la società in accomandita semplice (S.a.s.). La loro natura contrattuale e personale favorisce la flessibilità gestionale e decisionale, rendendole ideali per piccole imprese con strette relazioni personali tra i soci.

D’altro canto, le società di capitali pongono l’accento sulla raccolta di capitale attraverso la partecipazione di soci che contribuiscono finanziariamente all’impresa, senza necessariamente essere coinvolti direttamente nella sua gestione. La responsabilità dei soci è limitata al capitale sottoscritto, proteggendo quindi il patrimonio personale dai debiti della società. Queste includono la società per azioni (S.p.A.), la società a responsabilità limitata (S.r.l.) e la società in accomandita per azioni (S.a.p.a.). Questo tipo di società è caratterizzato da una maggiore complessità strutturale e normativa, ma offre vantaggi significativi in termini di raccolta di capitali e separazione tra proprietà e gestione, rendendole adatte a imprese di maggiori dimensioni o a quelle che desiderano espandersi.

La scelta tra società di persone e società di capitali dipende da vari fattori, tra cui la dimensione dell’impresa, la volontà di assumerne direttamente la gestione, la necessità di proteggere il patrimonio personale dai rischi d’impresa e le strategie di finanziamento. La comprensione delle caratteristiche distintive e delle implicazioni legali e fiscali di ciascuna forma societaria è essenziale per gli imprenditori che si apprestano a navigare nel complesso mondo dell’avviamento e della gestione di un’azienda.

LA DIFFERENZA TRA I DUE MODDELLI DI SOCIETA’

Le società di persone si dividono in:

  • società semplice (S.s.): caratterizzata dal non poter avere oggetto commerciale. Tutti i soci rispondono e sono solidalmente e illimitatamente responsabili per le obbligazioni sociali.

  • società di accomandita semplice (S.a.s.): si compone di due categorie di soci. I soci accomandanti sono limitatamente responsbili ma non possono generalmente compiere attività gestoria. Gli accomandanti risponderanno nei soli limiti del proprio conferimento e non oltre. Ove un accomandante conferisca un bene immobile, nel peggiore deli potrà perdere lo stesso. I soci accomandatari sono invece illimitatamente responsabili e sono, salvo patti sociali diversi, amministratori della società.

  • società in nome collettivo (S.n.c.): molto simile per disciplina alla società semplice. Può avere oggetto sociale commerciale (ad es. la vendita di beni e servizi o attività di trasporto). I soci sono protetti dal “beneficio d’escussione”: significa che, il creditore sociale, prima di aggredire il patrimonio del socio, deve escutere il patrimonio sociale. Permane tuttavia la responsabilità illimitata di tutti i soci, fermo restando suddetto beneficio d’escussione.

Le società di capitali si dividono in:

  • società a responsabilità limitata (S.r.l. o S.r.l.s): in questo caso i soci sono limitatamente responsabili. Il capitale sociale è frazionato in quote: una quota per ogni socio. Generalmente gli amministratori sono anche i soci. Si presta per enti che, pur operando con capitali ingenti, hanno una ristretta compagine sociale. Generalmente i soci non superano la decina ed ai soci possono nello statuto essere riconosciuti particolari diritti amministrativi e non amministrativi. Il legislatore ha da pochi anni introdotto la possibilità di adottarne una forma semplificata: la società a responsabilità limitata semplificata.
  • società per azioni (S.p.A.): il capitale è frazionato in azioni, che rappresentano unità dello stesso. Tutti i soci sono responsabili limitatamente a ciò che hanno conferito. Si tratta di un ente corporativo: l’amministrazione è ben separata dai titolari delle quote di capitale. Generalmente gli amministratori, soprattutto nelle S.p.A. di grandi dimensioni, sono soggetti diversi rispetto agli azionisti. La S.p.A. si presta per enti caratterizzati da investimenti di una certa importanza. I costi sono elevati ed è necessaria la presenza di un organo di controllo, generalmente il collegio sindacale. Possono emettere obbligazioni.
  • società in accomandita per azioni (S.a.p.a.): è quasi speculare la disciplina della Società per Azioni. La differenza fondamentale consiste nella presenza di soci accomandatari. Come avviene nella società in accomandita semplice; anche in questo caso gli accomandatari rispondono solidamente ed integralmente delle obbligazioni sociali secondo quanto previsto dall’Art. 2452 del Codice Civile.

PERSONSA GIURIDICA: DIFFERENZA

Le società di persone non hanno persona giuridica; ciò significa che non sono soggetti giuridici pienamente distinti dalle persone dei soci; nonostante queste società possano essere titolari di diritti e doveri, a differenza delle società di capitali. Le responsabilità per eventuali inadempimenti si trasferiscono sui rispettivi soci. La conseguenza è che questi rispondono ai terzi in modo illimitato e solidale (ad eccezione dei soci accomandanti delle S.a.s.).

Per un socio avere una responsabilità illimitata vuol dire; nel caso la società non fosse in grado di pagare i propri creditori, risponde con tutto il proprio patrimonio personale. Mentre se parliamo di responsabilità solidale, vuol dire che un socio risponde anche dei debiti contratti dagli altri soci, in nome della società.

ATTENZIONE: se i beni personali di un socio non sono sufficienti, la sua quota di debito deve essere saldata da tutti gli altri soci.

Quindi, se al socio risulta qualcosa intestato a suo nome (conto corrente, automobile, casa e altri beni); questo rischia di perdere tali beni personali; nel caso il socio risulti in comunione di beni con il coniuge, questo verrà pignorato il 50% del bene.

Le società di capitali hanno persona giuridica e sono distinti dalle persone dei soci. Di conseguenza è la società che detiene diritti e obblighi derivanti dallo svolgimento dell’attività e ripondere nei confronti dei terzi, e non i singoli socio.

DIFFERENZA TRA SOCIETA’ DI CAPITALI E SOCIETA’ DI PERSONE NELLA FASE DI COSTITUZIONE

Un importante differenza possiamo trovarla in fase di costituzione della società. Per la società di persone non è obbligatorio versare nessun capitale minimo. In tal caso i soci diventano responsabili illimitatamente e garanti nei confronti dei creditori.

Per la società di capitali, invece, comporta l’obbligo del versamento del capitale minimo che può essere di: capitale sociale minimo di 10.000 €uro per le S.r.l.; capitale sociale minimo di 1 €uro per le S.r.l.s.

Le società di persone sono organizzate più che altro con la forza lavoro derivante dai soci; Le società di capitali si concentrano prevalentemente sul proprio capitale. Il maggior rischio delle società di persone è il “fallimento”. Questo rischio si espande al patrimonio di ogni socio e che ne comporta l’esproprio dei beni, ad eccezione dei beni destinati alla sopravvivenza. In caso di fallimento, assieme alla società falliscono personalmente tutti i soci con responsabilità illimitata e solidale. Tuttavia, pur esistendo la possibilità di trasformare la società di persone in società di capitali, non sarebbe sufficiente, in quanto i soci continueranno a rispondere illimitatamente e solidalmente dei debiti pregressi accumulati.

Nelle società di capitali, in caso di fallimento, i creditori potranno avvalersi solo ed esclusivamente del patrimonio societario; il patrimonio del socio rimane, in ogni caso, a riparo da ogni qualsiasi aggressione dei terzi.

CONCLUSIONI

E’ chiaro che in caso di un business con prospettive di crescita minime, non sia conveniente optare per una società di capitali, in particolare se le previsioni di fatturato e investimenti saranno modeste. Quindi per piccole attività commerciali è consigliabile optare per le società di persone, meno costose e con minor burocrazia.

Al contrario in presenza di prospettive di sviluppo saranno ambiziosi e con rilevanti esposizioni finanziarie, la forma giuridica di società di capitali, è, sicuramente, quella suggerita. Se a questo si aggiunge una attenta gestione amministrativa e una oculata pianificazione fiscale, sarà possibile pagare meno tasse, rispetto alle società di persone.

UNA CONSULENZA PUO’ ESSERE SUFFICIENTE PER SCHIARIRE LE IDEE SU COME FAR CRESCERE LA TUA IMPRESA?

Una singola sessione di consulenza può effettivamente rappresentare un punto di svolta per le imprese che ambiscono a un percorso di crescita e di miglioramento. La chiave del successo risiede nella capacità del consulente di ascoltare attentamente le esigenze dell’imprenditore, analizzare con precisione lo stato attuale dell’impresa e fornire consigli pratici e strategie personalizzate. Nel caso specifico della consulenza offerta da Matteo Rinaldi, l’approccio sembra essere radicato in un’analisi approfondita e in un impegno verso risultati tangibili, che si distanzia nettamente dalle soluzioni generiche che spesso popolano il settore.

Un investimento di 300€ + IVA per una consulenza di 60 minuti potrebbe sembrare significativo, ma è fondamentale considerarlo nel contesto del valore che può portare all’impresa.  Gli errori strategici o le omissioni nella pianificazione possono costare molto di più a lungo termine. Quindi, se la consulenza è in grado di fornire una direzione chiara, di identificare le aree di miglioramento e di evitare costosi errori, l’investimento iniziale può rivelarsi estremamente vantaggioso.

COSA FEREMO DOPO LA PRIMA SESSIONE DI CONSULENZA

Dopo la prima sessione di consulenza, ci impegneremo in un percorso strutturato e personalizzato che mira a trasformare la tua visione imprenditoriale in una realtà tangibile e di successo. Il pacchetto di consulenza che ti verrà fornito è stato appositamente sviluppato per rispondere alle esigenze specifiche di imprenditori come te, che aspirano a costruire e consolidare le fondamenta di un’azienda solida e in crescita. Attraverso un approccio step-by-step, affronteremo insieme le sfide chiave, dalla definizione della strategia aziendale all’ottimizzazione dei processi operativi, fino alla pianificazione finanziaria e allla struttura societaria

La collaborazione sarà caratterizzata da un supporto continuativo. Questo significa che avrai a disposizione non solo le competenze e l’esperienza di un consulente esperto come Matteo Rinaldi, ma anche un punto di riferimento costante per ogni dubbio o necessità che possa emergere lungo il percorso. Sarai costantemente affiancato con un monitoraggio regolare delle performance aziendali, consigli strategici proattivi e soluzioni su misura per affrontare le sfide del mercato, assicurando che la tua azienda non solo raggiunga i suoi obiettivi a breve termine, ma sia anche ben posizionata per il successo a lungo termine.In conclusione, intraprendere questo percorso di consulenza significa investire nel futuro della tua impresa.

Con l’assistenza continua di Matteo Rinaldi, avrai accesso a un tesoro di conoscenze e competenze che ti permetteranno di navigare con sicurezza nel panorama imprenditoriale, superando ostacoli e sfruttando al meglio le opportunità. La nostra mission è quella di affiancarti in ogni fase del viaggio, garantendoti non solo una partenza solida, ma anche una crescita sostenibile e innovativa nel tempo.

*********

SPECIALISTI QUALIFICATI PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS

ESP SOCIETA’ BENEFIT, guidata da Matteo Rinaldi, si distingue come un punto di riferimento nell’ambito della consulenza strategica a Milano, portando una ventata di innovazione e una visione olistica nel settore. L’Azienda non si limita a fornire semplici consulenze, ma si impegna a essere un vero e proprio compagno di viaggio per quelle aziende che aspirano a distinguersi in un mercato sempre più complesso e competitivo.

L’approccio adottato va oltre la normale consulenza; si tratta di un impegno profondo nel comprendere e strutturare le fondamenta stesse delle aziende clienti, attraverso servizi che spaziano dalla costituzione di Holding e Gruppi societari, all’attenzione dei patti sociali, passando per operazioni di M&A e la cura meticolosa di atti e contratti.

In questo modo, ESP SOCIETA’ BENEFIT, con uffici situati nel cuore di Milano, in Via Monte Napoleone, 8, si conferma come un partner strategico per le PMI italiane.

Apri chat
💬 Hai bisogno di aiuto?
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?