La figura del consulente legale nelle aziende ha acquisito un ruolo di primaria importanza negli ultimi anni. Questo cambiamento è dovuto alla crescente complessità del panorama legislativo e regolamentare che le imprese devono navigare. Un consulente legale specializzato nelle operazioni di fusione e acquisizione è un vero e proprio stratega capace di interpretare le normative in modo tale da trasformarle in opportunità di crescita per l’azienda. La sua competenza permette di anticipare problemi prima che si manifestino, salvaguardando l’impresa da possibili rischi finanziari e reputazionali.

Inoltre, il consulente legale gioca un ruolo cruciale nella definizione delle strategie di sviluppo dell’azienda. Attraverso la sua analisi, può evidenziare i percorsi legalmente più vantaggiosi e meno rischiosi per l’espansione dell’attività o l’ingresso in nuovi mercati. La sua visione a 360 gradi sulle implicazioni legali di ogni decisione aziendale diventa un punto di forza per l’imprenditore, che può così concentrarsi sul core business con una maggiore serenità, sapendo di avere una guida affidabile per navigare la complessità del diritto commerciale.

In un mondo imprenditoriale sempre più complesso e competitivo, il consulente legale si conferma come un alleato indispensabile per la crescita sostenibile e il successo delle aziende.

Vediamo cosa può fare un consulente in un’operazione di fusione e acquisizione.

VALUTAZIONI TRA FUSIONE E ACUISIZIONE

  • Accordo di riservatezza: il consulente legale entra in gioco sin dall’inizio; uno dei primi passi è la predisposizione dell’accordo di riservatezza, che garantisce la confidenzialità tra le parti sulle trattative e su informazioni delicate relative all’azienda.
  • Lettera di intenti: si passa alla stesura di una lettera di intenti, in quanto le parti fissano i termini generali dell’operazione ed impostano le fasi successive; In questo step definiscono, tra l’altro, i primi meccanismi di determinazione del valore dell’azienda e del corrispondente prezzo di acquisto. La lettera d’intenti è un documento “atipico”, il cui valore vincolante di solito si ritrova nelle clausole che impongono, per esempio, l’impegno del venditore a garantire un periodo di esclusiva all’acquirente.
  • Due Diligence: seguirà la fase di due diligence, fondamentale per l’acquirente per apprendere con cognizione di causa i possibili rischi connessi all’operazione. Detti rischi non solo saranno riflessi nel prezzo di acquisto offerto ma anche e soprattutto nel contratto di compravendita.
  • Contratto di compravendita: il contratto di compravendita è una delle fasi più delicate di un’operazione di M&A. Il contratto ha come principale scopo quello di definire gli aspetti della vendita. Ad esempio si possono definire delle garanzie rilasciate dal venditore come l’obbligo di indennizzo.
  • Aumento numero soci e patti parasociali: l’eventuale ingresso nel capitale da parte del nuovo socio può comportare un’alterazione degli equilibri nella governance della società. Per questo motivo, anche per prevenire dissidi e difficoltà di gestione del quotidiano post-acquisizione, si ricorre spesso alla stesura di patti parasociali; il patto parasociale può per esempio prevedere determinate maggioranze per l’approvazione di delibere di particolare interesse per i soci; o anche clausole di put e call option, che consentono ai soci di acquistare nel tempo ulteriori porzioni di capitale sociale.

    CONSLUSIONI

    Molto spesso un operazione di M&A richiede mesi di negoziazione. Solo nel momento in cui le parti si accordano su tutti gli aspetti dell’operazione acquirente e venditore potranno sottoscrivere il contratto preliminare. Definiti tutti i passaggi, si formalizzerà il passaggio di titolarità delle quote o delle azioni.

    Al giorno d’oggi, si possono vedere solo pochi numeri di fusioni; tuttavia, l’acquisizione sta diventando popolare a causa della competizione estrema.

    UNA CONSULENZA PUO’ ESSERE SUFFICIENTE PER SCHIARIRE LE IDEE SU COME FAR CRESCERE LA TUA IMPRESA?

    Una singola sessione di consulenza può effettivamente rappresentare un punto di svolta per le imprese che ambiscono a un percorso di crescita e di miglioramento. La chiave del successo risiede nella capacità del consulente di ascoltare attentamente le esigenze dell’imprenditore, analizzare con precisione lo stato attuale dell’impresa e fornire consigli pratici e strategie personalizzate. Nel caso specifico della consulenza offerta da Matteo Rinaldi, l’approccio sembra essere radicato in un’analisi approfondita e in un impegno verso risultati tangibili, che si distanzia nettamente dalle soluzioni generiche che spesso popolano il settore.

    Un investimento di 300€ + IVA per una consulenza di 60 minuti potrebbe sembrare significativo, ma è fondamentale considerarlo nel contesto del valore che può portare all’impresa.  Gli errori strategici o le omissioni nella pianificazione possono costare molto di più a lungo termine. Quindi, se la consulenza è in grado di fornire una direzione chiara, di identificare le aree di miglioramento e di evitare costosi errori, l’investimento iniziale può rivelarsi estremamente vantaggioso.

    COSA FEREMO DOPO LA PRIMA SESSIONE DI CONSULENZA

    Dopo la prima sessione di consulenza, ci impegneremo in un percorso strutturato e personalizzato che mira a trasformare la tua visione imprenditoriale in una realtà tangibile e di successo. Il pacchetto di consulenza che ti verrà fornito è stato appositamente sviluppato per rispondere alle esigenze specifiche di imprenditori come te, che aspirano a costruire e consolidare le fondamenta di un’azienda solida e in crescita. Attraverso un approccio step-by-step, affronteremo insieme le sfide chiave, dalla definizione della strategia aziendale all’ottimizzazione dei processi operativi, fino alla pianificazione finanziaria e allla struttura societaria

    La collaborazione sarà caratterizzata da un supporto continuativo. Questo significa che avrai a disposizione non solo le competenze e l’esperienza di un consulente esperto come Matteo Rinaldi, ma anche un punto di riferimento costante per ogni dubbio o necessità che possa emergere lungo il percorso. Sarai costantemente affiancato con un monitoraggio regolare delle performance aziendali, consigli strategici proattivi e soluzioni su misura per affrontare le sfide del mercato, assicurando che la tua azienda non solo raggiunga i suoi obiettivi a breve termine, ma sia anche ben posizionata per il successo a lungo termine.In conclusione, intraprendere questo percorso di consulenza significa investire nel futuro della tua impresa.

    Con l’assistenza continua di Matteo Rinaldi, avrai accesso a un tesoro di conoscenze e competenze che ti permetteranno di navigare con sicurezza nel panorama imprenditoriale, superando ostacoli e sfruttando al meglio le opportunità. La nostra mission è quella di affiancarti in ogni fase del viaggio, garantendoti non solo una partenza solida, ma anche una crescita sostenibile e innovativa nel tempo.

    *********

    SPECIALISTI QUALIFICATI PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS

    ESP SOCIETA’ BENEFIT, guidata da Matteo Rinaldi, si distingue come un punto di riferimento nell’ambito della consulenza strategica a Milano, portando una ventata di innovazione e una visione olistica nel settore. L’Azienda non si limita a fornire semplici consulenze, ma si impegna a essere un vero e proprio compagno di viaggio per quelle aziende che aspirano a distinguersi in un mercato sempre più complesso e competitivo.

    L’approccio adottato va oltre la normale consulenza; si tratta di un impegno profondo nel comprendere e strutturare le fondamenta stesse delle aziende clienti, attraverso servizi che spaziano dalla costituzione di Holding e Gruppi societari, all’attenzione dei patti sociali, passando per operazioni di M&A e la cura meticolosa di atti e contratti.

    In questo modo, ESP SOCIETA’ BENEFIT, con uffici situati nel cuore di Milano, in Via Monte Napoleone, 8, si conferma come un partner strategico per le PMI italiane.

    1. un tipo di strategia aziendale in cui due società si amalgamano per formare una nuova società è nota come Fusione. Una strategia aziendale, in cui una società acquista un’altra società e ottiene il controllo su di essa, è nota come Acquisizione;
    2. nella fusione, le due società si dissolvono per formare una nuova impresa mentre, nell’acquisizione, le due società non perdono la loro esistenza;
    3. due società della stessa natura e dimensione optano per la fusione. Diversamente dall’acquisizione, in cui la società più grande supera la società più piccola;
    4. in una fusione, il numero minimo di aziende coinvolte è tre, ma nell’acquisizione il numero minimo di aziende coinvolte è 2.

    Nella normalità dei casi infatti, un’attività di acquisizione inizia con l’interesse reciproco tra due soggetti a favore della eventuale conclusione di un accordo, in virtù del quale uno di essi intende trasferire all’altro, l’Azienda o una partecipazione societaria.

    All’avvio di una trattativa vanno attuate delle “strategie”, che siano frutto di scelte ponderate soprattutto in relazione alle conseguenze giuridiche.

    Al di là delle motivazioni che conducono l’imprenditore ad aprire le porte della sua azienda a terzi, è importante comporre sin dalle prime fasi un team diversificato di professionisti con competenze complementari. Tra questi non può mancare il consulente legale. In un’operazione di M&A uno specialista, infatti, ha un ruolo paritetico a quello del consulente fiscale, dei revisori, e del team interno dell’imprenditore.

    PASSAGGI FONDAMENTALI

    • Accordo di riservatezza: il consulente legale entra in gioco sin dall’inizio; uno dei primi passi è la predisposizione dell’accordo di riservatezza, che garantisce la confidenzialità tra le parti sulle trattative e su informazioni delicate relative all’azienda.
    • Lettera di intenti: si passa alla stesura di una lettera di intenti, in quanto le parti fissano i termini generali dell’operazione ed impostano le fasi successive; In questo step definiscono, tra l’altro, i primi meccanismi di determinazione del valore dell’azienda e del corrispondente prezzo di acquisto. La lettera d’intenti è un documento “atipico”, il cui valore vincolante di solito si ritrova nelle clausole che impongono, per esempio, l’impegno del venditore a garantire un periodo di esclusiva all’acquirente.
    • Due Diligence: seguirà la fase di due diligence, fondamentale per l’acquirente per apprendere con cognizione di causa i possibili rischi connessi all’operazione. Detti rischi non solo saranno riflessi nel prezzo di acquisto offerto ma anche e soprattutto nel contratto di compravendita.
    • Contratto di compravendita: il contratto di compravendita è una delle fasi più delicate di un’operazione di M&A. Il contratto ha come principale scopo quello di definire gli aspetti della vendita. Ad esempio si possono definire delle garanzie rilasciate dal venditore come l’obbligo di indennizzo.
    • Aumento numero soci e patti parasociali: l’eventuale ingresso nel capitale da parte del nuovo socio può comportare un’alterazione degli equilibri nella governance della società. Per questo motivo, anche per prevenire dissidi e difficoltà di gestione del quotidiano post-acquisizione, si ricorre spesso alla stesura di patti parasociali; il patto parasociale può per esempio prevedere determinate maggioranze per l’approvazione di delibere di particolare interesse per i soci; o anche clausole di put e call option, che consentono ai soci di acquistare nel tempo ulteriori porzioni di capitale sociale.

    CONSLUSIONI

    Molto spesso un operazione di M&A richiede mesi di negoziazione. Solo nel momento in cui le parti si accordano su tutti gli aspetti dell’operazione acquirente e venditore potranno sottoscrivere il contratto preliminare. Definiti tutti i passaggi, si formalizzerà il passaggio di titolarità delle quote o delle azioni.

    Al giorno d’oggi, si possono vedere solo pochi numeri di fusioni; tuttavia, l’acquisizione sta diventando popolare a causa della competizione estrema.

    UNA CONSULENZA PUO’ ESSERE SUFFICIENTE PER SCHIARIRE LE IDEE SU COME FAR CRESCERE LA TUA IMPRESA?

    Una singola sessione di consulenza può effettivamente rappresentare un punto di svolta per le imprese che ambiscono a un percorso di crescita e di miglioramento. La chiave del successo risiede nella capacità del consulente di ascoltare attentamente le esigenze dell’imprenditore, analizzare con precisione lo stato attuale dell’impresa e fornire consigli pratici e strategie personalizzate. Nel caso specifico della consulenza offerta da Matteo Rinaldi, l’approccio sembra essere radicato in un’analisi approfondita e in un impegno verso risultati tangibili, che si distanzia nettamente dalle soluzioni generiche che spesso popolano il settore.

    Un investimento di 300€ + IVA per una consulenza di 60 minuti potrebbe sembrare significativo, ma è fondamentale considerarlo nel contesto del valore che può portare all’impresa.  Gli errori strategici o le omissioni nella pianificazione possono costare molto di più a lungo termine. Quindi, se la consulenza è in grado di fornire una direzione chiara, di identificare le aree di miglioramento e di evitare costosi errori, l’investimento iniziale può rivelarsi estremamente vantaggioso.

    COSA FEREMO DOPO LA PRIMA SESSIONE DI CONSULENZA

    Dopo la prima sessione di consulenza, ci impegneremo in un percorso strutturato e personalizzato che mira a trasformare la tua visione imprenditoriale in una realtà tangibile e di successo. Il pacchetto di consulenza che ti verrà fornito è stato appositamente sviluppato per rispondere alle esigenze specifiche di imprenditori come te, che aspirano a costruire e consolidare le fondamenta di un’azienda solida e in crescita. Attraverso un approccio step-by-step, affronteremo insieme le sfide chiave, dalla definizione della strategia aziendale all’ottimizzazione dei processi operativi, fino alla pianificazione finanziaria e allla struttura societaria

    La collaborazione sarà caratterizzata da un supporto continuativo. Questo significa che avrai a disposizione non solo le competenze e l’esperienza di un consulente esperto come Matteo Rinaldi, ma anche un punto di riferimento costante per ogni dubbio o necessità che possa emergere lungo il percorso. Sarai costantemente affiancato con un monitoraggio regolare delle performance aziendali, consigli strategici proattivi e soluzioni su misura per affrontare le sfide del mercato, assicurando che la tua azienda non solo raggiunga i suoi obiettivi a breve termine, ma sia anche ben posizionata per il successo a lungo termine.In conclusione, intraprendere questo percorso di consulenza significa investire nel futuro della tua impresa.

    Con l’assistenza continua di Matteo Rinaldi, avrai accesso a un tesoro di conoscenze e competenze che ti permetteranno di navigare con sicurezza nel panorama imprenditoriale, superando ostacoli e sfruttando al meglio le opportunità. La nostra mission è quella di affiancarti in ogni fase del viaggio, garantendoti non solo una partenza solida, ma anche una crescita sostenibile e innovativa nel tempo.

    *********

    SPECIALISTI QUALIFICATI PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS

    ESP SOCIETA’ BENEFIT, guidata da Matteo Rinaldi, si distingue come un punto di riferimento nell’ambito della consulenza strategica a Milano, portando una ventata di innovazione e una visione olistica nel settore. L’Azienda non si limita a fornire semplici consulenze, ma si impegna a essere un vero e proprio compagno di viaggio per quelle aziende che aspirano a distinguersi in un mercato sempre più complesso e competitivo.

    L’approccio adottato va oltre la normale consulenza; si tratta di un impegno profondo nel comprendere e strutturare le fondamenta stesse delle aziende clienti, attraverso servizi che spaziano dalla costituzione di Holding e Gruppi societari, all’attenzione dei patti sociali, passando per operazioni di M&A e la cura meticolosa di atti e contratti.

    In questo modo, ESP SOCIETA’ BENEFIT, con uffici situati nel cuore di Milano, in Via Monte Napoleone, 8, si conferma come un partner strategico per le PMI italiane.

    Apri chat
    💬 Hai bisogno di aiuto?
    Ciao 👋
    Come possiamo aiutarti?