La Holding come strumento per il Passaggio Generazionale: un caso pratico

Analisi di Bilancio

Data
14.01.2024

Autore
Matteo Rinaldi

La Holding familiare è spesso al centro della strategia di Passaggio Patrimoniale, un aspetto vitale per l’economia italiana che vede numerose imprese gestite e possedute da un’unica famiglia.

LA STRATEGIA UTILIZZATA PER IL PASSAGGIO GENERAZIONALE

La Holding familiare è spesso al centro della strategia di Passaggio Patrimoniale, un aspetto vitale per l’economia italiana che vede numerose imprese gestite e possedute da un’unica famiglia. Infatti, le Holding rappresentano una soluzione efficace per le famiglie imprenditoriali che desiderano garantire la continuità e la prosperità delle proprie imprese nel tempo.

Questo articolo si concentra su un esempio reale di riorganizzazione societaria, mirata a facilitare il Passaggio Generazionale di un’impresa da un padre ai suoi figli.

Per comprendere meglio il processo, analizziamo la storia del Sig. Luigi, un imprenditore bresciano di 74 anni, leader nel campo dell’edilizia. Grazie alla sua lungimirante gestione e alla riorganizzazione delle sue partecipazioni nella Holding, è riuscito ad assicurare un passaggio fluido e vantaggioso delle sue imprese ai suoi discendenti.

Già negli anni ’80, come pioniere nel settore delle costruzioni, l’imprenditore ha dato vita a diverse aziende, alcune delle quali poi vendute o trasferite. Nell’ambito della consulenza richiesta alla nostra società, manteneva interessi in società di prestigio come Alfa Srl, leader nel campo edilizio con una quota del 60% di sua proprietà (il rimanente 40% era suddiviso tra altri quattro soci); Gamma Spa, interamente sotto il suo controllo con una partecipazione del 100%; e Beta Immobiliare Srl, con una partecipazione maggioritaria del 51%.

L’intento principale del Sig. Luigi era di strutturare un efficace Passaggio Generazionale, trasferendo le proprie quote aziendali ai quattro figli, di età compresa tra i 24 e i 38 anni. Era chiaro che la situazione iniziale presentava una serie di complessità e inefficienze dal punto di vista societario, sia per i discendenti che per le società stesse, prima di avviare il processo di riorganizzazione successoria.

Fatta questa sintesi, vediamo cosa fare per gestire efficaciemente una Holding in ottica di fluido Passaggio Generazionale.

IL PASSAGGIO GENERAZIONALE E LE DIFFICOLTA’ PER I DISCENDENTI

Le sfide del Passaggio Generazionale possono essere complesse per i discendenti, soprattutto in assenza di una strategia ben definita. La distribuzione disorganizzata delle partecipazioni aziendali può generare disagi significativi.

Ad esempio, se le partecipazioni fossero divise tra le aziende operative Alfa e Beta senza una pianificazione, ciò potrebbe creare una frammentazione della proprietà. Questo scenario porta spesso a una diluizione della maggioranza azionaria precedentemente consolidata, consentendo ad altri azionisti di formare alleanze strategiche con alcuni discendenti.

Immaginiamo che il 60% di partecipazione “originaria” venga frazionato in quattro quote del 15% ciascuna; la situazione di controllo cambierebbe drasticamente.

D’altra parte, se le partecipazioni fossero gestite collettivamente attraverso un’entità di Holding, la scomparsa improvvisa del “Fondatore” senza un’adeguata preparazione del Passaggio Generazionale, potrebbe lasciare i discendenti in una situazione di co-gestione complessa e potenzialmente conflittuale.

È quindi cruciale che le famiglie imprenditoriali considerino con attenzione l’istituzione di una Holding per facilitare il Passaggio Generazionale e mantenere l’armonia e l’efficienza nella gestione aziendale.

SFIDA CRUCIALE PER LE IMPRESE

Il Passaggio Generazionale rappresenta una sfida cruciale per le imprese, in quanto può portare a una compagine sociale frammentata. Questa situazione è evidente nel caso di Alfa, dove il trasferimento di partecipazioni tra attuali soci e discendenti potrebbe condurre a una eccessiva frammentazione.

Leggi anche: Perchè creare un Holding?

Una Holding ben strutturata può mitigare questi rischi, assicurando la continuità aziendale, prevenendo conflitti e permettendo una gestione più efficiente della società.

Per Alfa, Beta e Gamma, l’adozione di una Holding potrebbe rappresentare la soluzione ideale per mantenere l’efficienza decisionale. Senza un’adeguata strategia di Passaggio Generazionale, infatti, le assemblee dei soci rischiano di diventare teatro di conflitti, minando la capacità delle società di agire tempestivamente nelle decisioni operative. Pertanto, la creazione di una Holding può risultare essenziale per preservare l’integrità e l’efficienza gestionale delle imprese nel corso di transizioni generazionali.

STRATEGIA EFFICACE PER GESTIRE IL PASSAGGIO GENERAZIONALE IN UN’AZIENDA FAMILIARE

La formazione di ua Holding rappresenta una strategia efficace per gestire il Passaggio Generazionale in un’azienda familiare. Con questo approccio, è possibile conservare il valore dell’impresa e facilitare un trasferimento del controllo ordinato e strategico. Questo approccio, è possibile conservare il valore dell’impresa e facilitare un trasferimento del controllo ordinato e strategico.

Leggi anche: Come difendere il Patrimonio Aziendale

A seguito di questa visione, si è consigliato al Signor Luigi la costituzione di una Holding come unica entità per tenere insieme le partecipazioni aziendali. Questa soluzione si pone l’obiettivo di semplificare il Passaggio Generazionale, prevenendo la frammentazione del valore aziendale. La Holding offre numerosi benefici, tra cui:

  • Salvaguardare la struttura azionaria delle aziende operative, evitando che gli eredi possano vendere le loro quote a terzi;
  • Inserire un livello di controllo societario tra gli eredi e le aziende operative, garantendo così che le operazioni aziendali continuino senza interruzioni dovute a disaccordi tra gli eredi;
  • Strutturare all’interno della Holding differenti ruoli per gli eredi, a seconda del loro coinvolgimento nella gestione operativa o di eventuali percorsi professionali distinti;
  • Ottimizzare la distribuzione e l’impiego degli utili, dato che la Holding raccoglie i dividendi e può poi redistribuirli agli azionisti o reinvestirli in acquisti immobiliari o altri beni;
  • Favorire in prospettiva futura l’ingresso di partner industriali o finanziari nelle aziende operative;
  • Ridurre, con un’oculata pianificazione futura, l’onere fiscale in caso di vendita di una o più aziende (PEX);
  • Effettuare una riorganizzazione aziendale pianificando in anticipo l’impatto fiscale.

Nel contesto del Passaggio Generazionale, è stata strutturata un’operazione critica volendo “organizzare” il trasferimento delle quote aziendali del Signor Luigi ai suoi eredi. Questo processo ha risolto efficacemente le inefficienze passate. Inizialmente, l’imprenditore ha trasferito le quote di Alfa, Beta Immobiliare e Gamma in una Holding unipersonale, beneficiando della neutralità fiscale come previsto dall’articolo 177, comma 2, del Tuir.

Come risultato di tale conferimento, il Signor Luigi si è trovato a possedere il pieno controllo (100%) della Holding, che a sua volta deteneva partecipazioni significative in altre società: 60% in Alfa, 51% in Beta Immobiliare e un pieno 100% in Gamma.

In una fase successiva, l’imprenditore ha distribuito equamente l’80% delle sue quote nella Holding ai suoi quattro figli, attrraverso un patto di Famiglia, mantenendo per sé una quota minoritaria del 20%. Questa mossa ha tenuto conto di specifiche clausole statutarie della Holding, che hanno avuto un impatto diretto sulla governance e la distribuzione degli utili.

Leggi anche: Il Patto di Famiglia

Ai figli X e Y, più coinvolti nella gestione aziendale, sono stati conferiti i diritti di far parte del consiglio di amministrazione della Holding, con il Signor Luigi, eletto Presidente fino al raggiungimento dei 78 anni, e di ricoprire ruoli presidenziali in Alfa, Beta e Gamma – consolidando il loro impatto direttivo.

Al Signor Luigi, inoltre, sono stati garantiti diritti amministrativi e una quota degli utili all’interno della Holding. Al contrario, per i figli Z e U, meno interessati alla gestione attiva del gruppo, sono stati predisposti diritti agli utili più contenuti, mantenendo però la facoltà di nominare membri per il controllo legale e contabile della Holding.

Leggi anche: La Holding Personale a “Socio Unico”

Ulteriori clausole e diritti speciali statutarie sono state messe in atto per regolare il trasferimento delle quote della Holding, prevedendo la non cessione a soggetti esterni alla famiglia senza il consenso unanime dei soci.

Queste misure ben strutturate hanno contribuito a realizzare un ambiente familiare equilibrato e sereno, in linea con le aspettative del signor Luigi e con una visione prospettica per il futuro dei suoi eredi.

PERCHÉ LE PMI PREFERISCONO LA NOSTRA ESPERIENZA

La scelta di affidarsi alla nostra esperienza per creare nella costituzione di una Holding nelle varie forme nasce, in primo luogo, dal desiderio delle PMI (Piccole e Medie Imprese) di proteggere il proprio patrimonio aziendale. Questa esigenza si manifesta in diversi modi: dalla salvaguardia contro i potenziali rischi d’impresa alla prevenzione di complicazioni legate a questioni personali, familiari, successorie e fiscali. La Holding diventa quindi un strumento strategico non solo per la Pianificazione Patrimoniale, ma anche come baluardo per la continuità aziendale nel tempo.

La distinzione della nostra consulenza risiede nell’approccio “orientato al risultato”. Questo non significa semplicemente adempiere ai doveri con diligenza, ma andare oltre. Lavoriamo con l’obiettivo di raggiungere risultati concreti e realistici, che rispecchino le ambizioni e le necessità dell’imprenditore e della propria famiglia. Il nostro impegno si traduce in un’analisi approfondita delle esigenze dell’imprenditore e nella ricerca delle migliori soluzioni per il raggiungimento degli obiettivi prefissati. Non ci accontentiamo della mediocrità; anzi, ci impegniamo attivamente per trovare le strategie più efficaci ed efficienti.

L’etica professionale e l’impegno verso i nostri clienti sono al centro della nostra filosofia di lavoro. Per noi, assistere un’impresa nella costituzione di una Holding è più di un semplice incarico: è un obbligo morale…!

Siamo convinti che proteggere il patrimonio di un’azienda significhi anche dare un contributo significativo alla vita delle persone che ne fanno parte. Questo ci motiva a offrire sempre il meglio, consapevoli del fatto che il nostro lavoro ha un impatto reale sul futuro delle imprese e, di conseguenza, sulla società nel suo insieme.

Bene, sei alla ricerca di una consulenza esperta? Non esitare a contattarci. Matteo Rinaldi, con la sua profonda esperienza nel settore, è pronto ad ascoltarti e a fornirti il supporto necessario. La nostra priorità è affiancarti in ogni passaggio, risolvendo qualsiasi dubbio tu possa avere e guidandoti verso il successo.

Investendo soltanto 300€ + IVA per un incontro di consulenza di 60 minuti, gli imprenditori e famiglie possono beneficiare di soluzioni personalizzate, perfettamente calibrate alle necessità concrete, e possono progettare piani d’azione confezionati su misura per evitare percorsi standardizzati e inadeguati.

 

Scopri il servizio

 

GLI SPECIALISTI QUALIFICATI PER FAR CRESCERE IL TUO BUSINESS

METTIAMOCI IN CONTATTO

Vuoi ricevere una Consulenza Strategica da Matteo Rinaldi? Desideri costituire una Holding o una Società Semplice? Ti serve assistenza per un’operazione Finanziaria o sul Capitale per la tua Azienda?
Per queste o altre necessità puoi contattarci al +39 02 87348349 oppure compilando il modulo di contatto sottostante scrivendo un messaggio quanto più possibile esplicativo. Ti ricontatteremo il prima possibile.

3 + 11 =

Apri chat
💬 Hai bisogno di aiuto?
Ciao 👋
Come possiamo aiutarti?